Mediazione

"No te quiero sino porque te quiero
 y de quererte a no quererte llego
 y de esperarte cuando no te espero
 pasa mi corazón del frío al fuego.

 Te quiero sólo porque a ti te quiero,
 te odio sin fin, y odiándote te ruego,
 y la medida de mi amor viajero
 es no verte y amarte como un ciego.

 Tal vez consumirá la luz de Enero,
 su rayo cruel, mi corazón entero,
 robándome la llave del sosiego.

 En esta historia sólo yo me muero
 y moriré de amor porque te quiero,
 porque te queiro, amor, a sangre y fuego"

Pablo Neruda




Il mediatore familiare è una figura professionale, che, con una formazione specifica, gestisce un percorso per la riorganizzazione delle relazioni familiari.

La mediazione familiare si basa sul riconoscimento della capacità di ognuno di uscire dallo schema difensivo e/o aggressivo in cui si è ingabbiato per arrivare comprendere i bisogni dell’altro e ad accoglierli in sintonia con i propri. Ed è su tale potenzialità dell’essere umano che essa si basa per la gestione delle situazioni in cui i le parti non riescono autonomamente ad attivare le loro naturali capacità di mediazione, proprio per il livello di escalation cui il conflitto è giunto.

Tale percorso, sfrutta il potenziale positivo della condizione conflittuale: il conflitto non è statico ma è un fenomeno inaspettato e dinamico nel quale i genitori, le coppie, le parti del conflitto si spostano da una posizione all’altra, da una posizione debole ad una forte, e diventano più tranquilli, sinceri, sicuri, eloquenti e risoluti, passano dalla debolezza alla forza (empowerment), dall’egocentrismo alla comprensione dell’altro (recognition); la crisi affettiva, potrà trasformarsi da catastrofico fallimento ad occasione di crescita ed evoluzione personale.

Il mediatore, equi-vicino e terzo rispetto alle parti, rispecchia la sofferenza delle parti coinvolte nella disputa per permettere un cambiamento della loro relazione, li comprende ma non si sostituisce a loro. Egli, ascoltando empaticamente le parti e favorendo il loro reciproco ascolto empatico, fa si che non vengano eluse le sofferenze di ciscuno, ma che siano aiutate ad affrontarle senza essere censurati e giudicati, né tenterà di fornire interpretazioni particolari ai loro vissuti e comportamenti. Essa permette alle parti di vivere costruttivamente le loro conflittualità e di riorganizzare la loro vita per una scelta di separazione che sia meno traumatica per se stessi e per i propri figli, in modo tale che il ciclo vitale della famiglia non si spezzi.

Inoltre, ha quale scopo centrale il raggiungimento della comune responsabilità genitoriale nei confronti dei figli, in special modo se minori.

Molti dei vostri bisogni, mi auguro, troveranno supporto, aiuto e cura in ciascuno dei percorsi che potrete intraprendere a seconda delle vostre necessità sia che scegliate le strade legali, sia che intraprendiate quelle della mediazione coniugale, familiare o volontaria che sia.
Qualora scegliate il percorso della mediazione, incontrerò entrambe le parti configgenti affinché, insieme, possiamo trovare una soluzione concordata della vertenza IN TEMPI RAPIDI e a COSTI MOLTO CONTENUTI.
La scelta spetta all'assistito e il primo incontro informativo è sempre GRATUITO.

Mediazione coniugale
Per le coppie in crisi che abbiano il desiderio di ricostruire la loro relazione gestendo costruttivamente i conflitti che li affliggano attraverso una rinnovata comunicazione.

Mediazione volontaria
Molti dei conflitti di cui mi occupo intraprendendo il percorso legale potranno essere gestiti percorrendo le strade della mediazione volontaria con un notevole risparmio di tempo e di costi.


IN MEDIAZIONE HO SCRITTO:


“DIRITTO DI RELAZIONE. L'AVVOCATO TECNICO DELLA GESTIONE DEL CONFLITTO”
in: M. Ravarini (a cura di) "Mediare le controversie. Teorie e tecniche".
Ed. Firera & Liuzzo Publishing, Roma, 2011.
ISBN: 886-53-8018-7
Saggistica - Pagine: 112






“LA MAIEUTICA DELLA MEDIAZIONE” 
in: A.M. Tumbiolo (a cura di) "La mediazione. Tra diritto e psicologia".
 Ed. Firera & Liuzzo Publishing, Roma, 2011.
 ISBN: 886-53-8017-9
Saggistica - Pagine: 175







"LA TERZA SPECOLA GIURIDICO - EDUCATIVA.
 OSSERVATORIO SULLA MEDIAZIONE FAMILIARE"
in rivista giuridica on line Altalex









MEDIAZIONE FAMILIARE: DIRITTO DI RELAZIONE E PEDAGOGIA 
Rivista di questioni di diritto di famiglia
Rivista mensile di approfondimento dedicata al diritto di famiglia-Novembre 2013-ISSN 2240-4619                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  


UN CASO DI APPROCCIO TRASFORMATIVO ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE

Leave a Reply